Retribuzioni del personale scolastico: presentato il calcolatore Anief per verificare le differenze.

(Teleborsa) – In questa XXIV Conferenza organizzativa dei legali Anief si discute assieme al sindacato su quali sono le iniziative che possono essere portate avanti per tutelare il lavoro di tantissimi lavoratori della scuola italiana: amministrativi, insegnanti, educatori”. E’ quanto afferma il Presidente del sindacato Anief, Marcello Pacifico, a margine dei lavori a Roma. ParlandoFinanza

(Teleborsa) – In questa XXIV Conferenza organizzativa dei legali Anief si discute assieme al sindacato su quali sono le iniziative che possono essere portate avanti per tutelare il lavoro di tantissimi lavoratori della scuola italiana: amministrativi, insegnanti, educatori”. E’ quanto afferma il Presidente del sindacato Anief, Marcello Pacifico, a margine dei lavori a Roma.

Parlando dei principi, il sindacalista cita i “principi fondamentali”, riconosciuti proprio dagli avvocati Anief nelle Corti superiori – la Corte di Giustizia Europea e la Corte di Cassazione italiana – che vanno a sancire determinati diritti.

“Il primo principio – sottolinea Pacifico – è quello della parità di trattamento fra personale precario e di ruolo nella progressione di carriera. Questo vuol dire gli stessi scatti di anzianità, lo stesso salario accessorio e la stessa valutazione per intero del servizio nella ricostruzione di carriera”.

Per calcolare il credito che ciascuno che ha lavorato nella scuola o lavora nella scuola come precario può rivendicare nei confronti dell’amministrazione scolastica – spiega il leader del sindacato – Anief ha messo a disposizione un semplice calcolatore, rapido e funzionale, che in pochi click e in neanche un minuto, inserendo due o tre dati generali, rivela quanto si potrebbe avere come mancato risarcimento da parte dello Stato e di quanto potrebbe aumentare lo stipendio”.

“Invitiamo tutto il personale della scuola a provare questo calcolatore e poi anche a chiedere maggiori informazioni per essere più precisi e più specifici, prima di intraprendere un’azione legale, che ha anche la copertura della Corte di Cassazione dopo la vittoria portata avanti da Anief in Europa”, afferma Pacifico, precisando che “si tratta di migliaia di euro, che vengono dati subito, non appena si vince la causa, e poi a fine carriera, come mancato percepimento di quegli aumenti che spettano a ciascuno”.

“E’ importante quindi andare sul sito dell’Anief e provare questo calcolatore, per cercare di tutelare il proprio diritto ad una giusta retribuzione”, conclude.

Read MoreQuiFinanza

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.