Figlio in carcere per mafia, lei col Reddito di Cittadinanza: denunciata

La signora dovrà restituire 18 mila euro, somma che ha percepito indebitamente col sussidio dato dallo Stato.
L’articolo Figlio in carcere per mafia, lei col Reddito di Cittadinanza: denunciata proviene da PalermoLive.Cronaca, Primo piano, denunciato titolare, guardia di finanza, reddito di cittadinanza

La Guardia di Finanza di Bagheria ha individuato e denunciato una signora risultata illecitamente beneficiaria del Reddito di Cittadinanza per un ammontare pari a circa 18 mila euro. In particolare, le Fiamme Gialle hanno accertato che la donna aveva omesso di comunicare lo stato detentivo del figlio. Infatti da accertamenti è emerso che il familiare dal 2019 è in carcere, su ordinanza emessa dalla D.D.A. di Palermo, insieme ad altri undici soggetti, per estorsione aggravata dal metodo mafioso perpetrata ai danni di diversi locali notturni di Palermo e provincia.

Recupero somme e signora denunciata

Tenuto conto che tale circostanza costituisce cause ostativa alla concessione del beneficio, i finanzieri hanno proceduto a denunciare il beneficiario del reddito di cittadinanza alla Procura della Repubblica di Termini Imerese. E contestualmente hanno comunicato l’indebito percettore agli uffici I.N.P.S. competenti territorialmente per l’irrogazione delle sanzioni amministrative di sospensione del beneficio e per il recupero coattivo delle somme già indebitamente percepite, pari a circa 18 mila euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

L’articolo Figlio in carcere per mafia, lei col Reddito di Cittadinanza: denunciata proviene da PalermoLive.

Read MorePalermoLive

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.