Notre Dame de Paris compie vent’anni e torna in teatro con il cast originale

AGI – Il nuovo tour per il ventennale di Notre Dame De Paris, l’opera popolare più famosa del mondo con le sue 1346 repliche e 4 milioni di spettatori, assume un significato speciale che non poteva non essere legato agli ultimi anni segnati dalla pandemia. Riccardo Cocciante lo spiega durante l’evento speciale che si è tenuto a Milano per la presentazione dell’anniversario: “Speriamo il 2022 ci porti fortuna e riapra le porte dei teatri chiusi che abbiamo avuto intorno a noi per questo disastro, che ci ha fatto tanto soffrire”. Torniamo sul palco “e cerchiamo di essere più forti di prima tutti insieme”.
L’energia è già nell’aria: la presentazione-evento è in realtà un assaggio di quanto andrà in scena, a partire dal 3 marzo agli Arcimboldi (prima data del tour), con il compositore al pianoforte e quasi tutto il cast, anche quello delle origini, a intonare i passaggi memorabili del musical.
C’è Giò Di Tonno, Tania Tuccinardi, Vittorio Matteucci, Leonardo Di Minno, Matteo Setti, Graziano Galatone. Con loro anche Lola Ponce, che ritorna nei panni di Esmeralda e Claudia D’Ottavi (oggi in collegamento a causa del Covid) e Marco Guerzoni, primi interpreti nel 2002. “Per la prima volta dopo vent’anni, tutti gli attori del cast originale dell’opera si riuniranno sul palco”, spiega Cocciante, per portare ancora una volta in scena quest’opera senza tempo.
“Racconta degli ultimi, dei poveri e degli immigrati, dell’incapacità di accettare l’altro, il diverso da noi. Il problema sociale esisteva al tempo di Victor Hugo – sottolinea Cocciante – ed esiste oggi. Il problema dell’escluso e della diversità è eterno. Noi lo descriviamo bene. Cerchiamo di unirci – è l’appello del compositore – e di essere più buoni e gentili”.
Il mondo è cambiato, si è trasformato in questi 20 anni ma “i sentimenti e le dinamiche di cui l’essere umano è vittima e carnefice allo stesso tempo restano i medesimi perchè appartengono alla sua natura fallibile”. La versione italiana dello spettacolo, curato da Pasquale Pannella con le musiche di Riccardo Cocciante, andrà in tutta Italia, in lungo e in largo, con la tournèe, prodotta da Clemente Zard con la collaborazione con Enzo Product Ltd, è interamente curata e distribuita da Vivo Concerti.
Partirà il 3 marzo 2022 da Milano, con l’aggiunta di ulteriori nuovi appuntamenti, per poi spostarsi ad Ancona, Jesolo (VE), Firenze, Roma, Reggio Calabria, Lugano (nuova data), Lanciano (nuova data), Ferrara (nuova data), San Pancrazio Salentino (nuova data), Pula (CA) (nuova data), Palermo (spostata da giugno ad agosto), Torre del Lago (LU) (nuova data), Napoli, Bari, Catania, Eboli, Casalecchio di Reno (BO), Torino e si concluderà a dicembre 2022 a Trieste.

AGI – Il nuovo tour per il ventennale di Notre Dame De Paris, l’opera popolare più famosa del mondo con le sue 1346 repliche e 4 milioni di spettatori, assume un significato speciale che non poteva non essere legato agli ultimi anni segnati dalla pandemia. Riccardo Cocciante lo spiega durante l’evento speciale che si è tenuto a Milano per la presentazione dell’anniversario: “Speriamo il 2022 ci porti fortuna e riapra le porte dei teatri chiusi che abbiamo avuto intorno a noi per questo disastro, che ci ha fatto tanto soffrire”. Torniamo sul palco “e cerchiamo di essere più forti di prima tutti insieme”.

L’energia è già nell’aria: la presentazione-evento è in realtà un assaggio di quanto andrà in scena, a partire dal 3 marzo agli Arcimboldi (prima data del tour), con il compositore al pianoforte e quasi tutto il cast, anche quello delle origini, a intonare i passaggi memorabili del musical.

C’è Giò Di Tonno, Tania Tuccinardi, Vittorio Matteucci, Leonardo Di Minno, Matteo Setti, Graziano Galatone. Con loro anche Lola Ponce, che ritorna nei panni di Esmeralda e Claudia D’Ottavi (oggi in collegamento a causa del Covid) e Marco Guerzoni, primi interpreti nel 2002. “Per la prima volta dopo vent’anni, tutti gli attori del cast originale dell’opera si riuniranno sul palco“, spiega Cocciante, per portare ancora una volta in scena quest’opera senza tempo.

“Racconta degli ultimi, dei poveri e degli immigrati, dell’incapacità di accettare l’altro, il diverso da noi. Il problema sociale esisteva al tempo di Victor Hugo – sottolinea Cocciante – ed esiste oggi. Il problema dell’escluso e della diversità è eterno. Noi lo descriviamo bene. Cerchiamo di unirci – è l’appello del compositore – e di essere più buoni e gentili“.

Il mondo è cambiato, si è trasformato in questi 20 anni ma “i sentimenti e le dinamiche di cui l’essere umano è vittima e carnefice allo stesso tempo restano i medesimi perchè appartengono alla sua natura fallibile”. La versione italiana dello spettacolo, curato da Pasquale Pannella con le musiche di Riccardo Cocciante, andrà in tutta Italia, in lungo e in largo, con la tournèe, prodotta da Clemente Zard con la collaborazione con Enzo Product Ltd, è interamente curata e distribuita da Vivo Concerti.

Partirà il 3 marzo 2022 da Milano, con l’aggiunta di ulteriori nuovi appuntamenti, per poi spostarsi ad Ancona, Jesolo (VE), Firenze, Roma, Reggio Calabria, Lugano (nuova data), Lanciano (nuova data), Ferrara (nuova data), San Pancrazio Salentino (nuova data), Pula (CA) (nuova data), Palermo (spostata da giugno ad agosto), Torre del Lago (LU) (nuova data), Napoli, Bari, Catania, Eboli, Casalecchio di Reno (BO), Torino e si concluderà a dicembre 2022 a Trieste.

Read MoreAgi

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.