Maratona notturna in Francia per l’approvazione del pass vaccinale

AGi – Al termine di una lunga seduta durata fino alle 4 del mattino di sabato 15 gennaio, i deputati francesi hanno approvato in seconda lettura il disegno di legge governativo che trasforma il pass sanitario in pass vaccinale, equivalente del super green pass italiano. Il testo torna dunque al Senato e si prevede l’ok definitivo nel pomeriggio di domenica con un ultimo voto da parte dell’Assemblea Nazionale.
Il ddl, che è stato da subito oggetto di dibattiti animati sia in Parlamento che nella società civile, ha iniziato il suo percorso parlamentare il 29 dicembre. Si tratta del dodicesimo testo di emergenza sanitaria da marzo 2020. All’Assemblea Nazionale sono stati esaminati circa 450 emendamenti e il testo e’ stato licenziato con 185 voti a favore, 69 contrari e 8 astensioni.
Dopo l’approvazione in prima lettura da parte dei deputati, il ddl e’ stato modificato in modo significativo nel successivo passaggio al Senato, dove la destra ha la maggioranza. In seguito e’ stato dunque esaminato da una commissione mista di deputati e senatori, che pero’ non ha trovato un accordo. Motivo per il quale il testo è tornato in entrambi i rami del Parlamento per una seconda lettura.
Il testo varato dai deputati è simile a quello che avevano votato la settimana scorsa, ma con alcune modifiche che accolgono in parte le decisioni del Senato. Per esempio, il pass vaccinale non si imporrà agli adolescenti fra 12 e 16 anni, i quali dovranno comunque avere un pass sanitario per accedere in molti luoghi. Il governo aveva l’obiettivo dui far entrare in vigore il nuovo pass entro oggi. Se tutto procede come previsto, slitta a domani.  

AGi – Al termine di una lunga seduta durata fino alle 4 del mattino di sabato 15 gennaio, i deputati francesi hanno approvato in seconda lettura il disegno di legge governativo che trasforma il pass sanitario in pass vaccinale, equivalente del super green pass italiano. Il testo torna dunque al Senato e si prevede l’ok definitivo nel pomeriggio di domenica con un ultimo voto da parte dell’Assemblea Nazionale.

Il ddl, che è stato da subito oggetto di dibattiti animati sia in Parlamento che nella società civile, ha iniziato il suo percorso parlamentare il 29 dicembre. Si tratta del dodicesimo testo di emergenza sanitaria da marzo 2020. All’Assemblea Nazionale sono stati esaminati circa 450 emendamenti e il testo e’ stato licenziato con 185 voti a favore, 69 contrari e 8 astensioni.

Dopo l’approvazione in prima lettura da parte dei deputati, il ddl e’ stato modificato in modo significativo nel successivo passaggio al Senato, dove la destra ha la maggioranza. In seguito e’ stato dunque esaminato da una commissione mista di deputati e senatori, che pero’ non ha trovato un accordo. Motivo per il quale il testo è tornato in entrambi i rami del Parlamento per una seconda lettura.

Il testo varato dai deputati è simile a quello che avevano votato la settimana scorsa, ma con alcune modifiche che accolgono in parte le decisioni del Senato. Per esempio, il pass vaccinale non si imporrà agli adolescenti fra 12 e 16 anni, i quali dovranno comunque avere un pass sanitario per accedere in molti luoghi. Il governo aveva l’obiettivo dui far entrare in vigore il nuovo pass entro oggi. Se tutto procede come previsto, slitta a domani.  

Read MoreAgi

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.