Mercato CPU in forte calo nel Q1, AMD guadagna quote su Intel

L’azienda di Sunnyvale guadagna quote sul competitor in tutti i segmenti di mercato.

In un periodo storico non proprio entusiasmante per il mercato globale e in particolare per quello tecnologico (inutile ribadire ulteriormente la questione), il segmento dei processori “appare” piuttosto in forma: l’offerta è molto solida e copre praticamente tutte le fasce di utenza, la disponibilità risulta piuttosto buona e le novità per questo 2022 sono diverse e decisamente interessanti anche in ottica futura.

Stando però all’ultimo report di Mercury Research relativo al primo trimestre dell’anno, si tratta però solo di apparenza, i numeri proposti nello studio svelano al contrario una situazione piuttosto delicata che, in sostanza, si traduce in un pesante calo a livello globale delle spedizioni di CPU in tutti i settori del mercato.

Stando a quanto dichiarato dal presidente di Mercury Dean McCarron, in questi primi tre mesi del 2022 si è registrato un calo del 30%, una piccola voragine potremmo dire che, dati alla mano, non risparmia nessun filone della catena produttiva. In questo contesto non proprio positivo, AMD sembra però aver avuto la meglio sul competitor Intel, rosicando quote di mercato praticamente in tutti i settori, da quello consumer desktop/notebook, arrivando a quello server.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Read MoreEconomia e Mercato, AMDHDblog.it

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.