Giardino Inglese, dopo l’intervento della Rap nulla è cambiato: i topi continuano ad esserci

Il Giardino Inglese di Palermo è spossato dalla “piaga dei topi“, con una vera e…
L’articolo Giardino Inglese, dopo l’intervento della Rap nulla è cambiato: i topi continuano ad esserci proviene da PalermoLive.Cronaca di Palermo, Giardino Inglese, topi

Il Giardino Inglese di Palermo è spossato dalla “piaga dei topi“, con una vera e propria invasione di roditori che non lascia passare una giornata, forse neanche un’ora, senza registrare l’avvistamento di qualche ratto. I cittadini, da settimane ormai, lamentano precarie condizioni igieniche e, soprattutto, lamentano la presenza dei roditori a qualsiasi ora del giorno.

Nei giorni scorsi, proprio a seguito di queste continue lamentele, è intervenuta la Rap per mettere a segno un intervento mirato. La derattizzazione è stata effettuata nei giardini nonché nelle vicinanze della fontana della villa e inoltre gli operatori hanno messo dei BOX-RAT in luoghi non accessibili all’utenza.

Purtroppo, però, i topi continuano ad abitare all’interno del Giardino indisturbati. Inoltre, proprio a causa del prosciugamento dell’acqua la vita delle papere che vivono lì è tragicamente cambiata. Una di queste è addirittura morta.

CONTINUA A LEGGERE

L’articolo Giardino Inglese, dopo l’intervento della Rap nulla è cambiato: i topi continuano ad esserci proviene da PalermoLive.

Read MorePalermoLive

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.