L’Italia ha congelato quasi 2 miliardi di beni a 14 russi

AGI – Fino al 31 maggio scorso la Guardia di finanza ha ‘congelato’ beni riconducibili a 14 cittadini russi per un valore complessivo di oltre 1,7 miliardi di euro: fabbricati, auto, imbarcazioni, aerei, terreni e quote societarie. Lo rendono noto le stesse Fiamme gialle in coincidenza del 248esimo anniversario di fondazione del Corpo.
A partire dal 23 febbraio scorso, in conseguenza della crisi russo-ucraina e della conseguente escalation militare, la Guardia di finanza, membro del Comitato di sicurezza finanziaria, ha avviato mirati accertamenti economico-patrimoniali sugli individui e sulle entita’ ‘listate’ nei provvedimenti restrittivi emanati dall’Unione europea. Le verifiche hanno riguardato “oltre 1.100 soggetti che hanno contribuito a compromettere o minacciare l’integrita’ territoriale e la sovranità dell’Ucraina”. 

AGI – Fino al 31 maggio scorso la Guardia di finanza ha ‘congelato’ beni riconducibili a 14 cittadini russi per un valore complessivo di oltre 1,7 miliardi di euro: fabbricati, auto, imbarcazioni, aerei, terreni e quote societarie. Lo rendono noto le stesse Fiamme gialle in coincidenza del 248esimo anniversario di fondazione del Corpo.

A partire dal 23 febbraio scorso, in conseguenza della crisi russo-ucraina e della conseguente escalation militare, la Guardia di finanza, membro del Comitato di sicurezza finanziaria, ha avviato mirati accertamenti economico-patrimoniali sugli individui e sulle entita’ ‘listate’ nei provvedimenti restrittivi emanati dall’Unione europea. Le verifiche hanno riguardato “oltre 1.100 soggetti che hanno contribuito a compromettere o minacciare l’integrita’ territoriale e la sovranità dell’Ucraina”. 

Read MoreAgi

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.