Ingerisce metadone convinto di bere thé, bambino di 9 anni ricoverato a Palermo

Il bambino adesso sarebbe fuori pericolo
L’articolo Ingerisce metadone convinto di bere thé, bambino di 9 anni ricoverato a Palermo proviene da PalermoLive.Catania Live, Cronaca di Palermo, Primo piano, Bambino, intossicazione metadone, ricoverato a Palermo

Un bambino di 9 anni si trova ricoverato all’ospedale Di Cristina a Palermo dopo che martedì sera ha ingerito del metadone. Il fatto è accaduto a Pioppo, una frazione di Monreale: intorno alle 20.30 il piccolo avrebbe bevuto il metadone convinto si trattasse di the fresco offerto da alcuni giovani.

Una volta tornato a casa, il bambino ha cominciato a sentirsi male, in preda alle convulsioni. I genitori, quindi hanno chiamato subito il 118, l’ambulanza però ritardava e per questo hanno deciso di portarlo all’ospedale Dei Bambini con la propria auto. Qui il piccolo è arrivato in gravi condizioni, finendo in coma. Dopo aver passato ore di angoscia, sembra che adesso il bambino stia meglio e sia fuori pericolo, ma le sue condizioni restano gravi: avrebbe riportato un problema al cuore e al polmone.

I Carabinieri di Monreale intanto stanno cercando di individuare i giovani che hanno offerto la sostanza al bambino, la Procura ha aperto un’inchiesta.

L’articolo Ingerisce metadone convinto di bere thé, bambino di 9 anni ricoverato a Palermo proviene da PalermoLive.

Read MorePalermoLive

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.