Un giovane nigeriano uccide un commerciante cinese a martellate

AGI – Aggrediti a colpi di martello in un negozio, uno è morto e l’altro è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Avellino. Le vittime sono un commerciante di origine cinese, titolare di un esercizio a Monteforte Irpino, e un avventore.
Poco dopo le 9 un extracomunitario di origine nigeriana ha fatto irruzione nel negozio e, dopo una animosa discussione, ha afferrato un martello e ha colpito i due, che sono stati soccorsi e trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Moscati, dove il 56enne commerciante cinese è deceduto.
L’aggressore è stato invece bloccato dai carabinieri del comando provinciale di Avellino. Il nigeriano ha 24 anni ed è stato fermato dai carabinieri a poca distanza dal negozio di articoli cinesi, lungo via Nazionale, alla periferia del comune irpino.
Era in stato confusionale e con gli abiti sporchi di sangue. Passanti e clienti, presenti al momento dell’aggressione, lo hanno segnalato ai carabinieri, che in pochi minuti lo hanno rintracciato.
Il 24enne non ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a entrare nel negozio, afferrare un martello e avventarsi sul proprietario e sul cliente, un 49enne bulgaro che ha tentato di bloccarlo.
Quest’ultimo è ricoverato in ospedale in gravi condizioni. È giunto al pronto soccorso del “Moscati” di Avellino assieme al commerciante, che poi è deceduto per la gravità delle ferite soprattutto al capo. Al momento dell’aggressione nel negozio c’erano diversi clienti, che sono scappati e hanno chiesto aiuto al 112.
Una scena raccapricciante si è presentata ai militari quando hanno raggiunto il negozio di via Nazionale: sangue ovunque e il martello lasciato a terra all’ingresso del locale. Il 24enne nigeriano è accusato di omicidio e tentato omicidio. 

AGI – Aggrediti a colpi di martello in un negozio, uno è morto e l’altro è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Avellino. Le vittime sono un commerciante di origine cinese, titolare di un esercizio a Monteforte Irpino, e un avventore.

Poco dopo le 9 un extracomunitario di origine nigeriana ha fatto irruzione nel negozio e, dopo una animosa discussione, ha afferrato un martello e ha colpito i due, che sono stati soccorsi e trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Moscati, dove il 56enne commerciante cinese è deceduto.

L’aggressore è stato invece bloccato dai carabinieri del comando provinciale di Avellino. Il nigeriano ha 24 anni ed è stato fermato dai carabinieri a poca distanza dal negozio di articoli cinesi, lungo via Nazionale, alla periferia del comune irpino.

Era in stato confusionale e con gli abiti sporchi di sangue. Passanti e clienti, presenti al momento dell’aggressione, lo hanno segnalato ai carabinieri, che in pochi minuti lo hanno rintracciato.

Il 24enne non ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a entrare nel negozio, afferrare un martello e avventarsi sul proprietario e sul cliente, un 49enne bulgaro che ha tentato di bloccarlo.

Quest’ultimo è ricoverato in ospedale in gravi condizioni. È giunto al pronto soccorso del “Moscati” di Avellino assieme al commerciante, che poi è deceduto per la gravità delle ferite soprattutto al capo. Al momento dell’aggressione nel negozio c’erano diversi clienti, che sono scappati e hanno chiesto aiuto al 112.

Una scena raccapricciante si è presentata ai militari quando hanno raggiunto il negozio di via Nazionale: sangue ovunque e il martello lasciato a terra all’ingresso del locale. Il 24enne nigeriano è accusato di omicidio e tentato omicidio. 

Read MoreAgi

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

Generated by Feedzy
This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.