Il rave party illegale con 200 giovani a Viterbo

AGI – Duecento giovani si sono riuniti nel Viterbese per un party illegale organizzato su un terreno privato nella zona di Blera, nella notte tra sabato e domenica. Avevano dato corso ad un evento, aperto al pubblico, nel quale era previsto il ristoro, la consumazione di alimenti e bevande, l’intrattenimento musicale.
Si tratta di persone già note per la partecipazione a eventi di questo tipo. Le forze dell’ordine sono immediatamente intervenute per evitare che altri giovani riuscissero a portarsi sul luogo dell’evento, poi hanno fatto sì che la musica venisse spenta e che i giovani abbandonassero il luogo, cosa avvenuta nella tarda mattinata.
Sono state riscontrate violazioni penali e amministrative. La Polizia indaga sulle eventuali responsabilità di partecipanti e organizzatori.
Dai primi accertamenti, apprende l’AGI da fonti investigative, sembrerebbe che sia da escludere una eventuale contestazione dell’occupazione abusiva del terreno. Tuttavia le indagini della Digos sono in corso, poiché l’evento non era stato annunciato nei termini di legge e non risulta che fossero state richieste le previste autorizzazioni. 

AGI – Duecento giovani si sono riuniti nel Viterbese per un party illegale organizzato su un terreno privato nella zona di Blera, nella notte tra sabato e domenica. Avevano dato corso ad un evento, aperto al pubblico, nel quale era previsto il ristoro, la consumazione di alimenti e bevande, l’intrattenimento musicale.

Si tratta di persone già note per la partecipazione a eventi di questo tipo. Le forze dell’ordine sono immediatamente intervenute per evitare che altri giovani riuscissero a portarsi sul luogo dell’evento, poi hanno fatto sì che la musica venisse spenta e che i giovani abbandonassero il luogo, cosa avvenuta nella tarda mattinata.

Sono state riscontrate violazioni penali e amministrative. La Polizia indaga sulle eventuali responsabilità di partecipanti e organizzatori.

Dai primi accertamenti, apprende l’AGI da fonti investigative, sembrerebbe che sia da escludere una eventuale contestazione dell’occupazione abusiva del terreno. Tuttavia le indagini della Digos sono in corso, poiché l’evento non era stato annunciato nei termini di legge e non risulta che fossero state richieste le previste autorizzazioni. 

Read MoreAgi

Discover a hidden easter egg

Clicca sul link per avviare il tuo portafoglio di criptovalute e riceverai 10% commissione! ISCRIVITI A BINANCE

read more

explore

other articles

Generated by Feedzy
This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.
We use cookies to offer you a better browsing experience. If you continue to use this site, you consent to our use of cookies.