Per Ferragosto resiste la tradizione del picnic

0
17

AGI – Resiste la tradizione del picnic con circa 6 milioni di italiani che hanno scelto di trascorrere il giorno di Ferragosto all’aria aperta con grigliate sul posto o piatti portati da casa, nelle località risparmiate dal maltempo. è quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia che un italiano su due (50%) ha deciso di non restare comunque a casa per il “capodanno” d’estate per raggiungere parenti/amici, andare in vacanza o per fare una semplice gita in campagna, in montagna o al mare.
Tra i piatti al sacco più gettonati in spiaggia c’è – sottolinea la Coldiretti – l’insalata di riso o pollo o mare portata da casa e scelta dal 33% dei vacanzieri, seguita dalla semplice macedonia con il 20% e dalla caprese a base di mozzarella e pomodoro che è un must per il 13%. Ma tra i piatti preferiti – continua la Coldiretti – resistono anche le ricette più radicate della tradizione popolare dalla frittata di verdure o pasta (6%) alla parmigiana (5%) fino alle polpette (4%).
Immancabile su tutte le tavole è il cocomero anche se il caldo e la siccità hanno falcidiato il raccolto nazionale con i frutti bruciati soprattutto al sud, mentre al nord si sono fatti sentire gli effetti della grandine, secondo l’analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia che è coltivato su una superficie di circa 13.000 ettari da cui si ottiene una produzione media annua pari a circa 6,5 milioni di quintali concentrata soprattutto in Puglia, Lazio, Emilia-Romagna, Lombardia e Sicilia.
“I prezzi medi pagati ai produttori agricoli – sottolinea la Coldiretti – oscillano intorno ai 40 centesimi al chilo, ma in alcune realtà si scende anche fino a 14 centesimi al chilo, mentre al supermercato si aggirano sull’euro al chilo. Ma se si considerano i chioschi il prezzo – riferisce la Coldiretti – può arrivare fino 2,50-3,50 euro al chilo. Va anche sottolineato che in alcuni casi, approfittando dei bassi prezzi pagati ai produttori, le angurie – denuncia la Coldiretti – vengono vendute sottocosto e usate come prodotto civetta per attirare i consumatori nei supermercati.
L’alternativa offerta dagli agriturismi
Sono circa mezzo milione – continua la Coldiretti – i vacanzieri che hanno scelto di trascorrere il Ferragosto 2022 in agriturismo all’insegna della buona tavola e del relax all’aria aperta, garantendosi comunque protezione all’interno delle strutture in caso di maltempo, con un aumento del 10% anche grazie al ritorno degli stranieri, sulla base delle indicazioni di Terranostra e Campagna Amica”.
“Molti agriturismi – precisa la Coldiretti – si sono attrezzati per la giornata di Ferragosto con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali a chilometri zero di Campagna Amica.
Quest’anno con il propagarsi degli incendi particolare attenzione deve essere rivolta alle grigliate. La prima regola da seguire nel bosco è – afferma la Coldiretti – quella di evitare di accendere fuochi non solo nelle zone boscate, ma anche in quelle coltivate o nelle vicinanze di esse, mentre nelle aree attrezzate, dove è consentito, occorre controllare costantemente la fiamma e verificare prima di andare via non solo che il fuoco sia spento.
Inoltre – conclude – non abbandonare mai rifiuti o immondizie nelle zone boscate o in loro prossimità e in particolare, evitare la dispersione nell’ambiente di contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc.) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente”. 

AGI – Resiste la tradizione del picnic con circa 6 milioni di italiani che hanno scelto di trascorrere il giorno di Ferragosto all’aria aperta con grigliate sul posto o piatti portati da casa, nelle località risparmiate dal maltempo. è quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia che un italiano su due (50%) ha deciso di non restare comunque a casa per il “capodanno” d’estate per raggiungere parenti/amici, andare in vacanza o per fare una semplice gita in campagna, in montagna o al mare.

Tra i piatti al sacco più gettonati in spiaggia c’è – sottolinea la Coldiretti – l’insalata di riso o pollo o mare portata da casa e scelta dal 33% dei vacanzieri, seguita dalla semplice macedonia con il 20% e dalla caprese a base di mozzarella e pomodoro che è un must per il 13%. Ma tra i piatti preferiti – continua la Coldiretti – resistono anche le ricette più radicate della tradizione popolare dalla frittata di verdure o pasta (6%) alla parmigiana (5%) fino alle polpette (4%).

Immancabile su tutte le tavole è il cocomero anche se il caldo e la siccità hanno falcidiato il raccolto nazionale con i frutti bruciati soprattutto al sud, mentre al nord si sono fatti sentire gli effetti della grandine, secondo l’analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia che è coltivato su una superficie di circa 13.000 ettari da cui si ottiene una produzione media annua pari a circa 6,5 milioni di quintali concentrata soprattutto in Puglia, Lazio, Emilia-Romagna, Lombardia e Sicilia.

“I prezzi medi pagati ai produttori agricoli – sottolinea la Coldiretti – oscillano intorno ai 40 centesimi al chilo, ma in alcune realtà si scende anche fino a 14 centesimi al chilo, mentre al supermercato si aggirano sull’euro al chilo. Ma se si considerano i chioschi il prezzo – riferisce la Coldiretti – può arrivare fino 2,50-3,50 euro al chilo. Va anche sottolineato che in alcuni casi, approfittando dei bassi prezzi pagati ai produttori, le angurie – denuncia la Coldiretti – vengono vendute sottocosto e usate come prodotto civetta per attirare i consumatori nei supermercati.

L’alternativa offerta dagli agriturismi

Sono circa mezzo milione – continua la Coldiretti – i vacanzieri che hanno scelto di trascorrere il Ferragosto 2022 in agriturismo all’insegna della buona tavola e del relax all’aria aperta, garantendosi comunque protezione all’interno delle strutture in caso di maltempo, con un aumento del 10% anche grazie al ritorno degli stranieri, sulla base delle indicazioni di Terranostra e Campagna Amica”.

“Molti agriturismi – precisa la Coldiretti – si sono attrezzati per la giornata di Ferragosto con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali a chilometri zero di Campagna Amica.

Quest’anno con il propagarsi degli incendi particolare attenzione deve essere rivolta alle grigliate. La prima regola da seguire nel bosco è – afferma la Coldiretti – quella di evitare di accendere fuochi non solo nelle zone boscate, ma anche in quelle coltivate o nelle vicinanze di esse, mentre nelle aree attrezzate, dove è consentito, occorre controllare costantemente la fiamma e verificare prima di andare via non solo che il fuoco sia spento.

Inoltre – conclude – non abbandonare mai rifiuti o immondizie nelle zone boscate o in loro prossimità e in particolare, evitare la dispersione nell’ambiente di contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc.) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente”. 

Read MoreAgi