Chiara Pellacani conquista l’oro nel trampolino da 3 metri

0
22

AGI – Diciannove anni, romana, Chiara Pellacani è entrata nella storia dei tuffi italiani. Cinque gare e cinque medaglie, oggi quella del metallo più pregiato: l’oro dal trampolino da tre metri, che è specialità olimpica, in un Campionato europeo e nella sua Roma è da considerarsi memorabile.
Allo ‘Stadio del Nuoto’ al Foro Italico, Pellacani ha portato a dieci le medaglie continentali in quindici mesi. L’oro di oggi consacra Chiara ‘Regina d’Europa’ in una gara che fu tre volte di Tania Cagnotto (2009, 2015 e 2016) e cinque volte della straordinaria russa Yulia Pachalina. Per l’Italtuffi a #Roma2022 si tratta della nona medaglia.

Siamo senza parole, semplicemente incredibile #Tuffi | #LENRoma2022 | #Roma2022 | #Pellacani pic.twitter.com/sIgWaFm5xE — Eurosport IT (@Eurosport_IT)
August 19, 2022

Pellacani, portacolori delle Fiamme Gialle, ha disputato una gara regolare, non priva di sbavatura ma sicuramente migliore delle avversarie. Al termine dei cinque tuffi, Chiara ha totalizzato 318.75 punti, non un punteggio altissimo ma comunque oltre quota 300 (nel 2016 la Cagnotto vinse con 360). Alle spalle dell’azzurra la svizzera Michelle Heimberg con 301.80, argento anche cinque anni fa, e la britannica Yasmin Harper con 296.20.
Pellacani non aveva iniziato la finale nel migliore dei modi. Dal doppio salto mortale e mezzo indietro carpiato non aveva ottenuto più di 60.00 punti. Il miglior tuffo della serie, il terzo, il triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato da 69.75. “Era una gara a cui tenevo tanto, ero veramente emozionata anche perchè questa è la piscina in cui sono cresciuta e vincere nella mia città, davanti alla mia famiglia, ai miei amici, è qualcosa di magico – ha detto Pellacani -. è un oro che vale tantissimo perchè conquistato nella specialità olimpica. è una gioia immensa”.
Agli Europei di Roma, Chiara Pellacani ha già conquistato l’oro nel team event, l’argento nel sincro da tre metri con Elena Bertocchi e il bronzo nel trampolino da un metro e nel sincro misto dal trampolino con Matteo Santoro, assieme al quale il mese scorso si era laureata vicecampionessa del mondo.
L’Italia nei tuffi a livello europeo ad oggi ha conquistato 91 medaglie, 36 d’oro (tre a Roma 2022), 25 d’argento, 30 di bronzo. è una donna l’italiana più medagliata, Tania Cagnotto con 29 (20 d’oro), 18 a livello individuale e 11 nel sincro. In Europa nessuna donna ha fatto meglio della Cagnotto. Tra gli uomini solo il tedesco Patrick Hausding con 37.  

AGI – Diciannove anni, romana, Chiara Pellacani è entrata nella storia dei tuffi italiani. Cinque gare e cinque medaglie, oggi quella del metallo più pregiato: l’oro dal trampolino da tre metri, che è specialità olimpica, in un Campionato europeo e nella sua Roma è da considerarsi memorabile.

Allo ‘Stadio del Nuoto’ al Foro Italico, Pellacani ha portato a dieci le medaglie continentali in quindici mesi. L’oro di oggi consacra Chiara ‘Regina d’Europa’ in una gara che fu tre volte di Tania Cagnotto (2009, 2015 e 2016) e cinque volte della straordinaria russa Yulia Pachalina. Per l’Italtuffi a #Roma2022 si tratta della nona medaglia.

Siamo senza parole, semplicemente incredibile #Tuffi | #LENRoma2022 | #Roma2022 | #Pellacani pic.twitter.com/sIgWaFm5xE

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)
August 19, 2022

Pellacani, portacolori delle Fiamme Gialle, ha disputato una gara regolare, non priva di sbavatura ma sicuramente migliore delle avversarie. Al termine dei cinque tuffi, Chiara ha totalizzato 318.75 punti, non un punteggio altissimo ma comunque oltre quota 300 (nel 2016 la Cagnotto vinse con 360). Alle spalle dell’azzurra la svizzera Michelle Heimberg con 301.80, argento anche cinque anni fa, e la britannica Yasmin Harper con 296.20.

Pellacani non aveva iniziato la finale nel migliore dei modi. Dal doppio salto mortale e mezzo indietro carpiato non aveva ottenuto più di 60.00 punti. Il miglior tuffo della serie, il terzo, il triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato da 69.75. “Era una gara a cui tenevo tanto, ero veramente emozionata anche perchè questa è la piscina in cui sono cresciuta e vincere nella mia città, davanti alla mia famiglia, ai miei amici, è qualcosa di magico – ha detto Pellacani -. è un oro che vale tantissimo perchè conquistato nella specialità olimpica. è una gioia immensa”.

Agli Europei di Roma, Chiara Pellacani ha già conquistato l’oro nel team event, l’argento nel sincro da tre metri con Elena Bertocchi e il bronzo nel trampolino da un metro e nel sincro misto dal trampolino con Matteo Santoro, assieme al quale il mese scorso si era laureata vicecampionessa del mondo.

L’Italia nei tuffi a livello europeo ad oggi ha conquistato 91 medaglie, 36 d’oro (tre a Roma 2022), 25 d’argento, 30 di bronzo. è una donna l’italiana più medagliata, Tania Cagnotto con 29 (20 d’oro), 18 a livello individuale e 11 nel sincro. In Europa nessuna donna ha fatto meglio della Cagnotto. Tra gli uomini solo il tedesco Patrick Hausding con 37.  

Read MoreAgi