La Fed alza i tassi di 75 punti base al 3-3,25% 

0
13

AGI – La Federal Reserve ha alzato di nuovo i tassi di interesse, di 75 punti base, e ha dichiarato che sono in arrivo altri aumenti per contrastare l’impennata dei prezzi – un atteggiamento aggressivo che nelle ultime sedute ha fatto temere ai mercati una recessione.
Si tratta del terzo aumento consecutivo di 0,75 punti percentuali da parte del Federal Open Market Committee (FOMC), che ha proseguito l’azione di contenimento dell’inflazione, salita ai massimi degli ultimi 40 anni.
L’aumento porta il tasso di riferimento al 3,0-3,25% e il FOMC ha dichiarato di “prevedere che aumenti continui saranno appropriati”. Wall Street ha invertito la rotta diventando negativa. 
L’impennata dei prezzi sta mettendo sotto pressione le famiglie e le imprese americane ed è diventata un peso politico per il Presidente Joe Biden, che deve affrontare le elezioni congressuali di metà mandato all’inizio di novembre. Ma una contrazione dell’economia più grande del mondo sarebbe un colpo ancora più dannoso per Biden, per la credibilità della Fed e per il mondo in generale.
 

Federal Reserve Board and Federal Open Market Committee release economic projections from the September 20-21 FOMC meeting: https://t.co/jSYuWdxnbm — Federal Reserve (@federalreserve)
September 21, 2022

 

Read Chair Powell’s full opening statement from the #FOMC press conference (PDF): https://t.co/ZNA1xGtjax pic.twitter.com/d9UjN8rAh7 — Federal Reserve (@federalreserve)
September 21, 2022

;
 
Gli esperti della Fed prevedono inoltre un brusco rallentamento della crescita del Pil statunitense, pari ad appena lo 0,2% quest’anno, ma un ritorno all’espansione nel 2023, con una crescita annuale dell’1,2%.
 
La Federal Reserve ha rivisto al rialzo, dal 3,4% al 4,4%, la stima del livello di tassi di interesse in media a fine 2022. La precedente stima risaliva a giugno. Il dato emerge dalle tabelle pubblicate dalla Fed e registra le previsioni dei membri del Fomc.  

AGI – La Federal Reserve ha alzato di nuovo i tassi di interesse, di 75 punti base, e ha dichiarato che sono in arrivo altri aumenti per contrastare l’impennata dei prezzi – un atteggiamento aggressivo che nelle ultime sedute ha fatto temere ai mercati una recessione.

Si tratta del terzo aumento consecutivo di 0,75 punti percentuali da parte del Federal Open Market Committee (FOMC), che ha proseguito l’azione di contenimento dell’inflazione, salita ai massimi degli ultimi 40 anni.

L’aumento porta il tasso di riferimento al 3,0-3,25% e il FOMC ha dichiarato di “prevedere che aumenti continui saranno appropriati”. Wall Street ha invertito la rotta diventando negativa. 

L’impennata dei prezzi sta mettendo sotto pressione le famiglie e le imprese americane ed è diventata un peso politico per il Presidente Joe Biden, che deve affrontare le elezioni congressuali di metà mandato all’inizio di novembre. Ma una contrazione dell’economia più grande del mondo sarebbe un colpo ancora più dannoso per Biden, per la credibilità della Fed e per il mondo in generale.

 

Federal Reserve Board and Federal Open Market Committee release economic projections from the September 20-21 FOMC meeting: https://t.co/jSYuWdxnbm

— Federal Reserve (@federalreserve)
September 21, 2022

 

Read Chair Powell’s full opening statement from the #FOMC press conference (PDF): https://t.co/ZNA1xGtjax pic.twitter.com/d9UjN8rAh7

— Federal Reserve (@federalreserve)
September 21, 2022

;

 

Gli esperti della Fed prevedono inoltre un brusco rallentamento della crescita del Pil statunitense, pari ad appena lo 0,2% quest’anno, ma un ritorno all’espansione nel 2023, con una crescita annuale dell’1,2%.

 

La Federal Reserve ha rivisto al rialzo, dal 3,4% al 4,4%, la stima del livello di tassi di interesse in media a fine 2022. La precedente stima risaliva a giugno. Il dato emerge dalle tabelle pubblicate dalla Fed e registra le previsioni dei membri del Fomc.

 

Read MoreAgi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.