Giallo-Ferrari: Vasseur dall’Alfa al posto di Binotto ma la scuderia smentisce

0
6

AGI – È ‘giallo’ sul futuro del team principal della Scuderia Ferrari di Formula Uno, Mattia Binotto.

 

Secondo voci, poi smentite dalla Scuderia, al suo posto a gennaio arriverà Frederic Vasseur dall’Alfa Romeo.

 

Comunicato della Scuderia Ferrari: In relazione alle speculazioni apparse su alcuni organi di stampa relative alla posizione del Team Principal della Scuderia, Mattia Binotto, Ferrari comunica che si tratta di voci totalmente prive di fondamento. — Scuderia Ferrari (@ScuderiaFerrari)
November 15, 2022

 

Il 54enne ingegnere francese era già stato sondato dal Cavallino in estate e sarebbe forte anche del rapporto con i vertici del gruppo Stellantis costruito in questi anni di gestione della Sauber, brandizzata Alfa Romeo.

 

Vasseur vanta un curriculum da uomo di corse costruito gestendo team nelle serie minori, a differenza della provenienza più tecnica di Binotto che era stato a capo dei motoristi e direttore tecnico Ferrari, prima di diventarne team principal.

Binotto paga lo scotto di un quadriennio 2019-2022 dove è sempre mancata almeno la lotta per il titolo fino all’ultima gara, un po’ come era accaduto per la gestione di Maurizio Arrivabene.

Inoltre c’era sul piatto il
rapporto non proprio idilliaco con Charles Leclerc, il quale particolare aveva esordito in F1 proprio in Sauber, sotto la gestione Vasseur.

AGI – È ‘giallo’ sul futuro del team principal della Scuderia Ferrari di Formula Uno, Mattia Binotto.
 
Secondo voci, poi smentite dalla Scuderia, al suo posto a gennaio arriverà Frederic Vasseur dall’Alfa Romeo.
 

Comunicato della Scuderia Ferrari:

In relazione alle speculazioni apparse su alcuni organi di stampa relative alla posizione del Team Principal della Scuderia, Mattia Binotto, Ferrari comunica che si tratta di voci totalmente prive di fondamento.

— Scuderia Ferrari (@ScuderiaFerrari)
November 15, 2022

 
Il 54enne ingegnere francese era già stato sondato dal Cavallino in estate e sarebbe forte anche del rapporto con i vertici del gruppo Stellantis costruito in questi anni di gestione della Sauber, brandizzata Alfa Romeo.
 
Vasseur vanta un curriculum da uomo di corse costruito gestendo team nelle serie minori, a differenza della provenienza più tecnica di Binotto che era stato a capo dei motoristi e direttore tecnico Ferrari, prima di diventarne team principal.

Binotto paga lo scotto di un quadriennio 2019-2022 dove è sempre mancata almeno la lotta per il titolo fino all’ultima gara, un po’ come era accaduto per la gestione di Maurizio Arrivabene.

Inoltre c’era sul piatto il
rapporto non proprio idilliaco con Charles Leclerc, il quale particolare aveva esordito in F1 proprio in Sauber, sotto la gestione Vasseur.

Read MoreAgi