“Don’t”, il singolo di Valeria Corso contro la violenza di genere

0
6

La cantautrice siciliana di fama internazionale rivolge un invito alle donne e a chi subisce i soprusi del partner: “Siate forti e non arrendetevi a chi vi fa del male”
L’articolo “Don’t”, il singolo di Valeria Corso contro la violenza di genere proviene da PalermoLive.Eventi e spettacolo, 25 novembre, Benedetto D’Angelo, girl power, Guillem Vila Borràs, Jakob Nilsen Gryting, valeria corso

Si intitola “Don’t” ed è il nuovo singolo di Valeria Corso, la più internazionale delle cantautrici siciliane. 
Una canzone che omaggia ed esalta il “girl power” in vista della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” che si celebra il 25 novembre. 
Già uscito su YouTube e in digitale, il brano, in lingua inglese, è disponibile online sulle principali piattaforme musicali e si arricchisce di un esaltante video diretto da Benedetto D’Angelo

LE PAROLE DI VALERIA CORSO 

“Don’t” veicola un messaggio di aiuto, attraverso la musica, rivolto a tutti coloro che sono messi in difficoltà dai loro partners. 
Per le donne, soprattutto, ma non solo.
È certamente un invito alle donne, ma anche a chiunque è stato tradito – spiega Valeria Corso – a dire no al senso di colpa che colpisce quando ci si separa da chi ci ha deluso: non bisogna piangersi addosso”.
“Chi ti ama – aggiunge – non ti fa del male”.
“Il brano – precisa -racconta di una storia giovanile che credevo d’amore, finita male, e che mi aveva riempito di paranoie e insicurezze: oggi mi rendo conto che ero vittima di una relazione tossica”. 

Valeria Corso

Parole in cui molte – e molti – potranno ritrovarsi, e che riflettono lo stato d’animo della giovane artista alle prese con una prova difficile da superare. 
Alla delusione, però, Valeria Corso ha risposto con l’arte. 
Precisamente, con un brano dai sensuali toni brasilian funk .
“Attraverso la grinta del ballo – continua – dimostro cosa si è perso all’uomo che vorrebbe tornare”. 
Parole precise, rivolte a colui che l’ha fatta soffrire, affinchè non le faccia perdere più tempo perchè è arrivato il momento di uscire completamente dalla sua vita.
“In vista del 25 novembre – conclude -dico non solo alle donne, ma a tutti e a tutte, di essere forti e di non arrendersi mai a chi ci fa male”.

UN SUCCESSO INTERNAZIONALE 

Il brano “Don’t”, prodotto, oltre che dalla stessa Valeria Corso, da Jakob Nilsen Gryting e Guillem Vila Borràs, è disponibile su Spotify: https://open.spotify.com/track/1KPGNwgFqtAUcP7IZ3LFd8?si=01817e0b62854646 e punta a superare il successo del singolo precedente di Valeria, uscito nel 2022 e intitolato “Floating sauna”, arrivato a oltre duecentotrentamila streams su Spotify, entrando nelle principali playlist di  Italia, Francia, Indonesia, Korea del sud, Malaysia, Filippine, Singapore, Vietnam e Thailandia.
Attualmente Valeria Corso è impegnata tra gli USA e Oslo, in Norvegia, dove lavora alla scrittura e alla registrazione dei brani legati al suo prossimo lavoro discografico. 

CENNI SULL’ ARTISTA 

Cantante pop siciliana, Valeria Corso all’età di soli cinque anni ha iniziato il suo percorso musicale prendendo lezioni di pianoforte.
Insieme alla passione per la danza classica e moderna, il canto è stato il suo primo vero amore.
Dai tredici ai diciotto anni  ha imparato il canto jazz al Brass Group di Palermo, Palermo Jazz e Kandinskij, con insegnanti del calibro di Anita Vitale, Lucy Garcia, Flora Faja, Florinda Piticchio.
Nel settembre 2015 ha intrapreso i suoi studi, vincendo una scholarship al “Berklee College of Music” di Boston, dichiarando double major in “Contemporary Writing & Production” e “Performance”.
Laureatasi nel dicembre del 2018 con summa cum laude, Valeria è volata a New York per lavorare come ingegnere del suono e compositrice per Pulse Music Inc.
Nello stesso periodo, cantava per la stimata band di Boston conosciuta come “K2-Kahootz Entertainment”.
La pandemia da Covid-19 non è stata un problema per Valeria, che ha continuato a lavorare come insegnante di canto via Skype per studenti, sia americani che italiani.
Nel settembre 2021, l’approdo in Norvegia, dove ha conseguito una specializzazione al “Lillehammer Institute of Music Production & Industries”. 
Durante il suo percorso scolastico, ha vinto una borsa di studio per un exchange program alla “Los Angeles Academy for Artists and Music Production”.
Nell’arco della sua carriera, ha avuto l’opportunità di lavorare con personaggi importanti come Bon Jovi, Keith Urban, Lido, Stargate, Kiesza, Julie Bergan, Dagny, Sarah Hudson, Emily Warren, Axident, Seeb e molti altri.

L’articolo “Don’t”, il singolo di Valeria Corso contro la violenza di genere proviene da PalermoLive.

Read MorePalermoLive

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.