Effetto Stroop: la risposta del cervello agli stimoli

0
5

Read More L’autoregolazione del comportamento inizia verso il primo anno di vita di un bambino. Si passa alla capacità inibitoria della risposta a stimoli irrilevanti per conseguire un obiettivo presente nel cervello. Ogni stimolo proveniente dal mondo esterno determina due tipi di risposta. Una si impone all’individuo quasi in automatico, l’altra è scelta con consapevolezza verso lo
Effetto Stroop: la risposta del cervello agli stimoli è stato pubblicato per la prima volta su Lega Nerd. L’utilizzo dei testi contenuti su Lega Nerd è soggetto alla licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License. Altri articoli dello stesso autore: Daniela Giannace 

L’autoregolazione del comportamento inizia verso il primo anno di vita di un bambino. Si passa alla capacità inibitoria della risposta a stimoli irrilevanti per conseguire un obiettivo presente nel cervello. Ogni stimolo proveniente dal mondo esterno determina due tipi di risposta. Una si impone all’individuo quasi in automatico, l’altra è scelta con consapevolezza verso lo scopo da raggiungere. L’essenziale è imparare a inibire la risposta dominante in modo che l’azione sia in linea con i dati contenuti nella mente. Non quindi con le inclinazioni naturali.

L’effetto Stroop è un test fra quelli più usati per lo studio del controllo inibitorio. È mirato alla verifica della capacità di risposta giusta in caso di interferenze di stimoli. Il test consiste nel mostrare parole scritte con colori diversi. Bisogna pronunciare ad alta voce il colore dell’inchiostro con cui è scritta la parola. L’informazione importante è il colore, mentre il significato della parola non lo è. L’effetto Stroop ha lo scopo di creare interferenza cognitiva.

La mente, ad esempio, tende a leggere meccanicamente il significato della parola. Ecco perché serve anche lo studio dell’attenzione selettiva. Ci sono due tipi di operazioni mentali: quelle non coscienti (automatiche) si attivano senza coscienza, dall’altra quelle coscienti (controllate) si attivano con la nostra consapevolezza. Con l’esperimento del test si può quindi testare la capacità degli individui a inibire l’interferenza tra processi.

 

 

Cos’è l’effetto Stroop e come funziona l’esperimento per capire come il cervello risponde agli stimoli (ohga.it)

Effetto Stroop: la risposta del cervello agli stimoli è stato pubblicato per la prima volta su Lega Nerd. L’utilizzo dei testi contenuti su Lega Nerd è soggetto alla licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License. Altri articoli dello stesso autore: Daniela Giannace

  Psicologia, Scienze, cervello, colore Scienze – Lega Nerd 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.