Windows 11 22H2, macchine virtuali ancora più sicure su CPU Alder Lake

0
4

Il sistema operativo ha implementato il supporto alla tecnologia di cifratura TME-MK dei chip Intel.

Windows 11 22H2 è ancora più sicuro sui processori Intel Core di dodicesima generazione grazie all’implementazione del supporto di una nuova funzionalità, ovvero la TME-MK. È una sigla piuttosto oscura che significa Total Memory Encryption – Multi-Key. Si tratta di una tecnologia di grado server, che ha debuttato inizialmente sugli Xeon scalable Ice Lake di terza generazione e su piattaforme come Azure.

La tecnologia si applica alle macchine virtuali: come lascia intendere il nome, permette di criptare completamente la memoria RAM di un OS ospite sfruttando l’accelerazione hardware dei processori e quindi garantendo una maggior velocità di esecuzione. “Multi-Key” significa, in sostanza, che quando si eseguono più macchine virtuali ognuna ha la propria chiave crittografica. Se una chiave viene compromessa, si limitano quindi i rischi a una sola macchina virtuale, non a tutte.

La TME-MK non è attiva di default quando si crea una macchina virtuale: va abilitata manualmente da riga di comando. Da PowerShell bisogna scrivere:

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Read MoreWindows, MicrosoftHDblog.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.