Qatargate: Cozzolino rinuncia all’immunità parlamentare

0
2

AGI – Rinuncia all’immunità parlamentare e si presenta alla commisisone Juri del Parlamento Europeo riunita proprio per discutere della revoca del beneficio concesso agli eurodeputati. Andrea Cozzolino, coinvolto nell’inchiesta Qatargate, che ha portato in carcere l’ex collega dell’esponente del gruppo dei socialisti Europei Antonio Panzeri, è arrivato accompagnato dai suoi legali per partecipare all’udienza. E dopo aver manifestato la sua intenzione di rinunciare all’immunità i suoi legali hanno rilasciato una dichiarazione alla stampa. 
“L’onorevole Andrea Cozzolino ha contestato le ipotesi investigative, a dire la verità alquanto generiche formulate a suo carico, – ha spiegato l’avvocato Dezio Ferraro – ha dichiarato formalmente di non aver mai ricevuto, direttamente o indirettamente, né denaro contante né altre forme di sostentamento e ha dichiarato di essere totalmente all’oscuro delle attività realizzate dal signor Giorgi e dal signor Panzeri”. Inoltre Cozzolino, secondo quanto riferisce l’avvocato, “ha spiegato e dimostrato come la propria attività parlamentare qui a Bruxelles relativamente alle vicende del Qatar e del Marocco è totalmente incompatibile con l’ipotesi di una sua partecipazione a una rete d’influenza in favore di questi Stati”. 

AGI – Rinuncia all’immunità parlamentare e si presenta alla commisisone Juri del Parlamento Europeo riunita proprio per discutere della revoca del beneficio concesso agli eurodeputati. Andrea Cozzolino, coinvolto nell’inchiesta Qatargate, che ha portato in carcere l’ex collega dell’esponente del gruppo dei socialisti Europei Antonio Panzeri, è arrivato accompagnato dai suoi legali per partecipare all’udienza. E dopo aver manifestato la sua intenzione di rinunciare all’immunità i suoi legali hanno rilasciato una dichiarazione alla stampa. 

“L’onorevole Andrea Cozzolino ha contestato le ipotesi investigative, a dire la verità alquanto generiche formulate a suo carico, – ha spiegato l’avvocato Dezio Ferraro – ha dichiarato formalmente di non aver mai ricevuto, direttamente o indirettamente, né denaro contante né altre forme di sostentamento e ha dichiarato di essere totalmente all’oscuro delle attività realizzate dal signor Giorgi e dal signor Panzeri”. Inoltre Cozzolino, secondo quanto riferisce l’avvocato, “ha spiegato e dimostrato come la propria attività parlamentare qui a Bruxelles relativamente alle vicende del Qatar e del Marocco è totalmente incompatibile con l’ipotesi di una sua partecipazione a una rete d’influenza in favore di questi Stati”. 

Read MoreAgi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.